0

Ascolti TV Gennaio 2014: chi sale e chi scende sul Digitale Terrestre. Boom per IRIS

IRISQuali sono stati i canali tv sul digitale terrestre (solo le “native digitali”, quindi ad esclusione dei primi tre canali Rai, Mediaset e La7)  più seguiti a gennaio 2014? In questa speciale Top20 sveleremo chi sale e chi scende e i cambiamenti rispetto al mese precedente.  Partiamo dallo share dei principali gruppi: la Rai a gennaio era al 38.26%; Mediaset al 32.67%. Al terzo posto il Gruppo Discovery, che con il 5.43% supera Cairo (La7+La7d), che si ferma al 3.97%.

Sorpresa ai vertici: IRIS, in un colpo solo, passa dalla terza posizione alla prima, grazie anche alla trasmissione del film Schindler’s List (con cui ha toccato ascolti record), con un ascolto medio nelle 24 ore di 172.361 telespettatori. Torna a crescere Real Time, che dopo un brusco calo dei mesi scorsi, ora ha conquistato la seconda posizione. Da segnalare l’interessante crescita di TopCrime, così come anche di MTV, mentre TV2000 (la tv della CEI), a gennaio ha superato una Rai News in calo. Ecco in dettaglio tutti gli ascolti (ascolto giornaliero):

  • IRIS – 172.361 telespettatori (↑)
  • Real Time – 165.519 telespettatori (↑)
  • DMAX – 158.093 telespettatori (↑)
  • Rai YoYo – 154.569 telespettatori (↓)
  • Rai Premium – 144.341 telespettatori (↑)
  • Rai Movie – 127.676 telespettatori (↑)
  • Cielo – 127.250 telespettatori (↓)
  • TopCrime – 125.286 telespettatori (↑)
  • Rai4 – 111.712 telespettatori (↑)
  • Boing – 98.993 telespettatori (↓)
  • MTV – 92.930 telespettatori (↑)
  • La5 – 91.035 telespettatori (↑)
  • Giallo – 85.776 telespettatori (↑)
  • Focus – 83.293 telespettatori (↑)
  • Cartoonito – 68.838 telespettatori (↑)
  • TV2000 – 68.790 telespettatori (↑)
  • Rai News – 68.102 telespettatori (↓)
  • La7d – 64.585 telespettatori (↑)
  • Mediaset Extra – 62.183 telespettatori (↑)
  • K2 Nazionale – 59.967 telespettatori (↓)

Note: (↑) indica che il numero di telespettatori per l’emittente citata è maggiore rispetto al mese precedente. (↓) indica che il numero di telespettatori per l’emittente citata è in calo rispetto al mese precedente. (n.e.) indica un nuovo canale rilevato da Auditel e/o in ingresso nella Top20.

0

Sanremo 2014: il Festival degli anziani. Analisi dettagliata degli ascolti e tipo di pubblico

Che Sanremo sia stato un flop dal punto di vista degli ascolti, ormai, come han ribadito un po’ tutti i media, è un dato certo. Ora arriva anche un’altra conferma: a differenza di quanto dichiarato dal direttore di Rai1 (Leone), il crollo degli ascolti di Sanremo 2014 (peggio fecero solo Pippo Baudo nel 2008 e Simona Ventura nel 2004) costringerà la concessionaria pubblicitaria di Viale Mazzini a risarcire gli investitori che avevano scommesso sul Festival con passaggi gratuiti in tv per un valore di circa 6 milioni di euro (alla faccia della prima edizione in utile).

Denaro pubblico a parte, torniamo però a parlare degli ascolti e lo facciamo con una rielaborazione Vivaki dei dati Auditel Nielsen di tutte le serate di Sanremo 2014. Martedi 18 Febbraio: l’ascolto medio è stato di 10.938.143 telespettatori con uno share del 45.9%, contro i 12.969.267 e il 48.3% di share della prima serata del 2013. Il picco di ascolti si è registrato alle 21.26 con l’intervento di Luciana Litizzetto, che ha incollato davanti la tv 16.048.205 telespettatori (share del 50.4%)

Sanremo 2014 ascolti prima serataMercoledi 19 Febbraio. La seconda serata del Festival vede un tracollo verticale degli ascolti: 7.710.208 telespettatori e il 34% di share, contro gli 11.330.265 della seconda serata del 2013 (-32%). Qui il picco lo ha registrato Giuliano Palma: durante la sua esibizione (esattamente alle 21.38), si sono trovati davanti la tv 11.551.413 telespettatori e uno share del 37.1%

Sanremo 2014 ascolti seconda serataGiovedi 20 Febbraio. La terza serata del Festival continua il trend negativo: l’ascolto medio è stato di 7.672.881 telespettatori e 34.9% di share, contro i 10.708.283 (42.5% di share) dell’anno precedente. Il picco di ascolti di è registrato alle 22.07 con 11.124.391 telespettatori e uno share del 38.2%.

Sanremo 2014 ascolti terza serata

Venerdi 21 e Sabato 22 Febbraio. Il trend negativo della 64esima edizione del Festival di Sanremo continua anche nella quarta e quinta serata senza alcuna inversione di tendenza. La quarta serata è stata seguita in media da 8.188.109 spettatori, la quinta da 9.347.590, rispettivamente -29% e -28% in confronto alle rispettive puntate del 2013. Nella quarta serata, il picco di ascolto si è ottenuto alle 22 (con l’esibizione di Silvan-Litizzetto) totalizzando 12.280.592 telespettatori e il 42.8% di share. Nella finale il picco lo ha registrato l’intervento di Maurizio Crozza (alle 22.09) con 12.737.660 telespettatori e uno share del 46.3%.  Complessivamente, l’edizione 2014 ha perso il -27% di ascolti in confronto al 2013.

Sanremo 2014 media ascoltiSanremo 2014 – il Festival degli anziani

Analizzando i dati di ascolto di questa edizione del Festival di Sanremo, salta all’occhio un particolare molto importante: il tipo di pubblico. Tutte e 5 le serata infatti, hanno evidenziato un target di ascolto concentrato sugli over 45. Nello specifico, la maggior concentrazione di pubblico è stata quella degli over 65, seguito dalla fascia 55/64 anni e 45/54 anni, che complessivamente sono stati circa i due terzi dell’ascolto totale..

Se poi si va ad osservare anche il profilo d’ascolto e, nello specifico, il titolo di studio degli spettatori che hanno seguito questa edizione del Festival, emerge che in tutte e 5 le serate la percentuale più alta va a telespettatori con la sola licenza elementare (seguiti poi dai diplomati alle Medie Inferiori). Insomma, ci sarà stato anche un tentativo di trasformarlo in un evento social per attirare di più i giovani, ma di fatto Sanremo sembra ormai rimasto il Festival degli anziani..

1

Le radio più ascoltate nel 2013: prima (in crescita) RTL 102.5. Male Radio RAI, Deejay e 105

RTL 102.5Dopo aver segnalato gli ultimi dati Radio Monitor sull’ascolto delle emittenti radiofoniche nel secondo semestre 2013, ora è il turno degli ascolti dell’anno 2013. Confermata la leadership indiscussa di RTL 102.5 (che distacca Deejay, al secondo posto, di oltre 2 milioni di ascoltatori), va male invece alle prime due emittenti RAI (Radio 1 e Radio 2 perdono circa il 4% rispetto al 2012), così come anche a radio Deejay (perde oltre il 6% in un anno) e radio 105 (-4%). La crescita maggiore – anno su anno – l’ha registrata radio Capital, seguita da radio 24, m20 e radio Italia. Di seguito gli ascolti delle principali emittenti nazionali e locali):

  • RTL 102.5 – 6.930.000 ascoltatori
  • Radio Deejay – 4.898.000
  • Radio 105 – 4.714.000
  • RDS 100% Grandi Successi – 4.699.000
  • Radio Italia Solomusicaitaliana – 4.601.000
  • Rai Radio 1 – 4.204.000
  • Rai Radio 2 – 2.948.000
  • Virgin Radio – 2.362.000
  • Radio 24 – 2.046.000
  • Radio Kiss Kiss – 1.881.000
  • Radio R101 – 1.870.000
  • M2O – 1.758.000
  • Radio Capital – 1.746.000
  • Radio Maria – 1.455.000
  • Rai Radio 3 – 1.363.000
  • RMC – Radio Monte Carlo – 1.231.000
  • Radio Radicale – 294.000

RadionorbaTra le syndication, Lattemiele passa da 932mila ascoltatori (anno 2012) a 832mila del 2013; radio Cuore passa da 534mila ascoltatori a 401mila; radio Margherita da 686mila ascoltatori a 651mila. Tra le locali crescono: nel Nord Italia Discoradio (passando da 448mila a 506mila ascoltatori); radio Birikina (da 457mila a 479mila ascoltatori). Nel Centro Italia, in leggera crescita Dimensione Suono Roma (da 334mila a 336mila ascoltatori), mentre nel sud Italia, da segnalare l’ottimo andamento di Radionorba, che passa da 584mila ascoltatori a 712mila.

In calo: nel Nord Italia radio Company  (passando da 529mila ascoltatori del 2012 ai 482mila del 2013); radio Bruno (da 589mila a 558mila). Nel Centro Italia in calo Subasio (passa da 1.589.000 ascoltatori del 2012 a 1.574.000 del 2013) e radio Globo (con una leggera variazione da 350mila a 349mila ascoltatori)

0

Ascolti Radio 2° semestre 2013: in calo i principali network e Radio Rai. Boom m2o!

Radio ItaliaAppena pubblicati  i nuovi dati sull’ascolto delle radio in Italia, relativi al secondo trimestre 2013 (Radio Monitor GFK Eurisko), con qualche novità tra i primi 5 network nazionali e sostanzialmente un dato negativo per tutte le principali emittenti nazionali. Perde – rispetto al precedente semestre – oltre 400mila ascoltatori Radio Deejay (mantenendo comunque la seconda posizione), male anche Radio 105, che perde 318mila ascoltatori. Pessimi risultati anche per Radio Rai: Radio 1 perde 335mila ascoltatori, Radio 2 ne perde 228mila e Radio 3 11mila. RMC (Radio Monte Carlo) continua la sua inesorabile discesa, toccando quota 1.201.000 ascoltatori (ne aveva 1.256.000 il semestre precedente). Boom per m20, che guadagna più di 150mila ascoltatori, crescono anche Radio Italia Solomusicaitaliana, Radio 24 e radio Capital. Di seguito tutti i dati..

Le emittenti nazionali più ascoltate nel giorno medio nel periodo giugno-dicembre 2013

  • RTL 102.5 – 6.859.000 (↓)
  • Radio Deejay - 4.738.000 (↓)
  • RDS 100% Grandi Successi - 4.714.000 (↓)
  • Radio Italia Solomusicaitaliana – 4.611.000 (↑)
  • Radio 105 – 4.591.000 (↓)
  • Rai Radio 1 – 4.064.000 (↓)
  • Rai Radio 2 – 2.813.000 (↓)
  • Virgin Radio – 2.371.000 (↓)
  • Radio 24 – 1.957.000 (↑)
  • M2O – 1.824.000 (↑)
  • Radio R101 – 1.820.000 (↓)
  • Radio Kiss Kiss – 1.785.000 (↓)
  • Radio Capital – 1.740.000 (↑)
  • Radio Maria – 1.433.000 (↓)
  • Rai Radio 3 – 1.345.000 (↓)
  • RMC Radio Monte Carlo – 1.201.000 (↓)
  • Radio Radicale – 300.000 (↑)

Tra le syndication, in calo radio Lattemiele (781.000 ascoltatori, ne aveva 929.000 nel primo semestre 2013),  mentre cresce un’altra emittente di sola musica italiana: radio Margherita (698.000 ascoltatori, ne aveva 668.000). In calo anche radio Cuore, che scende a quota 417.000 ascoltatori (ne aveva 486.000). Perde ascoltatori anche la regionale Subasio (Centro Italia), che scende a 1.550.000 ascoltatori. Nel Triveneto radio Company scende a 470mila ascoltatori, radio Birikina a 478mila.  Radio Bruno (Emilia Romagna) perde quasi 100mila ascoltatori, portandosi a quota 531mila. Nel Lazio, radio Globo scende a quota 300.000 ascoltatori, superata da Dimensione Suono Roma che conquista 325.000 ascoltatori (di cui 310mila nella sola Capitale). Chiudiamo con una Radionorba in ottima salute, che nel Sud Italia conquista ben 720mila ascoltatori (ne aveva 643mila nel semestre precedente).

0

I 10 programmi più visti a Gennaio 2014 sulle TV native digitali. Boom per Schindler’s List su IRIS

Schindler's listQuali sono stati i programmi (e relative fasce orarie) che più sono stati seguiti sul digitale terrestre tra i canali All Digital (o nativi digitali) durante il mese di gennaio 2014? Il primo posto spetta a IRIS, con la trasmissione del film Schindler’s List – La lista di Schindler, che il 27 gennaio nella fascia 23/24 ha totalizzato ben 1.320.455 telespettatori.

Secondo posto per Real Time con il programma di Benedetta Parodi Bake Off Italia: Dolci in Forno, che ha totalizzato 1.157.228 telespettatori il 3 gennaio nella fascia 21/22. Questi i due “eventi” più seguiti nel mese di gennaio, con ascolti davvero importanti. A seguire, al terzo posto troviamo Rai4 con il film Shaolin (Ciclo Arti Marziali), trasmesso il 6 gennaio  e che ha totalizzato nella fascia 22/23 789.154 telespettatori.

Quarto posto per Cielo, che con Masterchef USA ha toccato i 771.086 telespettatori nella fascia  22/23 del 7 gennaio. A seguire, Rai Movie, con il film Sabrina, trasmesso l’8 gennaio e che ha totalizzato 702.214 telespettatori nella fascia 22/23.

Sesto posto per Rai Premium: il 10 gennaio, nella fascia 20/21 ha totalizzato 679.253 telespettatori con Un Medico in Famiglia 8. Poco sotto c’è DMAX con il programma Dynamo: Magie Impossibili, che nella fascia 21/22 del 13 gennaio, ha intrattenuto 664.068 telespettatori. Ottavo posto per Top Crime: la puntata di Law & Order Unità Speciale del 15 gennaio ha totalizzato nella fascia 21/22 509.196 telespettatori.

Ultime due posizioni di questa speciale Top 10 spettano a Rai YoYo, con l’ormai inossidabile Peppa Pig (492.620 telespettatori il 10 gennaio, nella fascia 20/21) e Boing con il cartoon Doraemon (episodio del 2 gennaio trasmesso tra le 19 e le 20), che ha totalizzato 359.963 telespettatori.

Elaborazione Vivaki su dati Auditel Nielsen (Audience Minuto Medio Individui)